Momento topico della stagione in casa Tivoli 1919.

0

Siamo al crocevia della stagione 2016/2017 e al giro di boa per quanto riguarda il girone di ritorno. Fase delicatissima da gestire, le giornate si accorciano e i tempi stringono, in previsione degli obiettivi da raggiungere. Per la Tivoli 1919 è l’ora della svolta, anche se il cammino verso la salvezza resta difficile e pieno di ostacoli e incognite. Dopo quattro giornate della seconda fase del girone B di Promozione, gli amaranto blù hanno raccolto 3 punti, frutto di una vittoria e tre sconfitte, contro squadre superiori come Villalba e Poli, e contro una Vis Subiaco in fase calante, ma pur sempre formazione molto competitiva dal punto di vista tecnico. La nota positiva resta la vittoria casalinga per 3-1 contro la Vigor Perconti, tre punti ottenuti contro la quarta in classifica, per un successo che mancava a Campo Ripoli dallo scorso ottobre.

In città si respira comunque un’aria di velato ottimismo, con il supporto incessante e costante dei tifosi, sia in casa che in trasferta. Accantonate le polemiche societarie di inizio stagione, i supporters dei gruppi organizzati tiburtini si sono stretti in maniera incondizionata intorno alla squadra, capendo il momento di difficoltà che attraversano capitan Lanciano e compagni. D’altronde la salvezza diretta è distante soli 6 punti, mentre la zona playout ne dista appena 2. La sconfitta nel derby del Guidonia contro i cugini del Villalba ha dato una mano alla compagine allenata da mister D’Aniello, di certo non inferiore sulla carta ai giallorossi di Franceschini, diretti rivali per la lotta per la permanenza nella categoria.

Nonostante i nove gol incassati negli ultimi 4 incontri disputati, la squadra del presidente Solini ha ritrovato un certo feeling con la rete, grazie anche al ritorno di Andrea Cavaliere, già a quota 3 marcature da quando è tornato ad indossare i suoi vecchi colori. In generale, si nota una certa ritrovata confidenza nel superare la difesa avversaria e nel finalizzare le tante occasioni da gol create rispetto al girone d’andata, quando gli attaccanti amaranto blù facevano una gran fatica a metterla dentro.

Decisive ai fini della salvezza saranno le prossime tre gare in programma, rispettivamente contro Cantalice, Fiano Romano e Casal Barriera, gare in cui Mori e compagni dovranno dare più del cento per cento per cercare di racimolare un buon bottino di punti, per poi prepararsi al rush finale della stagione. Mancano d’altronde ancora 13 partite, e il cammino verso la meta è ancora molto lungo. Si tratta di un girone in cui può succedere di tutto e in cui non bisogna dare nulla per scontato, soprattutto in fase di preparazione dei match.

E qui certamente interviene il ruolo di mister D’Aniello, un maestro nella preparazione della gara e nell’organizzazione tattica della squadra. Si deve puntare soprattutto sulla sua esperienza se si vuole puntare a raggiungere questa agognata salvezza, che rappresenterebbe un successo anche per la società, pronta a ripartire dalla Promozione, per disputare l’anno prossimo un campionato di tipo diverso, magari anche grazie all’investimento di qualche imprenditore.

 

Angelo

Comments are closed.