Tivoli primeggia al campionato provinciale

0

 

Il tiro a segno è importante per la scuola e agevola i ragazzi nella concentrazione

 Siamo tornati a trovare i nostri amici del Tiro A Segno Nazionale della sezione di Tivoli un po’ nascosti sotto le tribune del campo sportivo Ripoli. Nel piccolo ma accogliente Poligono nostrano abbiamo incontrato Alfredo Marconi, allenatore del tiro con la pistola, che ci ha aggiornato sugli ultimi sorprendenti risultati dei suoi allievi alla quarta tappa provinciale, la penultima, svoltasi il 5 e 6 marzo 2016 al Poligono di Roma, decisiva per la selezione di 20 tiratori in tutta Italia che parteciperanno alla competizione nazionale che decreterà il campione italiano 2016, su cui terremo aggiornati. Per la categoria 10m Uomini di pistola si è piazzato al primo posto Certoma Marco, seguito da Castelli Alessandro. Nella 10m Juniores 1 di carabina vince il titolo di campione provinciale Bucciarelli Manuel, per gli Juniores 2 si piazza al primo posto Formichella Carmine e al terzo Di Cinto Antonio.

Tivoli è stata la protagonista di queste gare ma c’è un po’ di amaro nelle parole di Alfredo: «Potremmo fare anche di più, purtroppo abbiamo solo la pista da 10 metri quindi non possiamo occuparci di distanze maggiori. Non riusciamo con i turni a fare allenare i ragazzi più di due volte a settimana e per tutti quelli che vogliono provare c’è posto solo dopo le diciotto, gestire la logistica non è semplice in questi umili spazi e pensare che si potrebbero costruire delle nuove piste nel campo qui a fianco, per non parlare del terreno non sfruttato della Città dello Sport».

Alfredo segnala dei giovani talenti che sono di interesse nazionale per la partecipazione alle competizioni all’estero: Lamboglia Gabriele, campione provinciale 10m Juniores e Barbaro Elisa insieme a Baldi Sara per la categoria ragazze. Mentre parliamo Alfredo indica Gabriele e Sara che si stanno allenando sotto gli occhi vigili di Mauro Baldaracchi, con sorpresa informa che Mauro, classe ’84, ha partecipato alle Olimpiadi di Pechino nel 2008 e ha vinto molti titoli italiani e internazionali come anche la figlia di Alfredo, Ilenia ed entrambi aiutano nel seguire i ragazzi.

Che grande ricchezza per il nostro territorio avere come maestri dei campioni professionisti come loro, di cui approfondiremo nei prossimi numeri. Nel frattempo Sara ha finito l’allenamento e viene a sedersi al tavolo insieme a noi, riservata e silenziosa apre i quaderni e inizia i compiti di matematica. Alfredo spiega: «È importante per noi che i ragazzi riscontrino buoni risultati anche nello studio, il Tiro A Segno è uno sport che necessita di molta attenzione e controllo di sé, per i  genitori vorrei sottolineare che questo sport aiuta molto nello studio, per questo lo proposi a mia figlia. Le soddisfazioni che danno i nostri allievi non vengono tanto dai risultati in gara ma da come si impegnano nell’allenamento, dalla serietà nel rispetto degli orari e dall’ascolto dei maestri, la riuscita nelle competizioni è la conseguenza».

 

Angelo

Comments are closed.