Fermato anche il Real Monterotondo, Villalba imbattuto in trasferta

0

Un Villalba blocca grandi resta imbattuto in trasferta. Stavolta nella rete dei tiburtini ci cade il Real Monterotondo Scalo, ennesima compagine di rango che punta direttamente al salto di categoria. Il 2-2 finale nasconde numerose annotazioni a margine: in primis un punto strappato su un campo dove poche riusciranno a fare altrettanto. E poi: ancora in gol l’accoppiata Fagioli-Prioteasa, per giunta capace di rimontare sul finale in inferiorità numerica. E ancora: tanti i gol segnati, finalmente un attacco degno di nota con numeri importanti e all’altezza della categoria. Ma troppi i gol subiti, anche se nel caso specifico nulla da dire agli avversari, quotatissimi e abilissimi sotto porta. Infine: davvero incredibile come i direttori di gara fischino regolarmente calci di rigore contro il Villalba Ocres Moca 1952, almeno quanto sorprendente è la percentuale di errori dal dischetto contro i portieri tiburtini. Anche stavolta fischiato un penalty contro, con annessa espulsione di Pomposelli per doppia ammonizione, in porta Antonio Pagella, ma il risultato non è stato diverso: palla fuori e padroni di casa beffati sul filo di lana da un gran gol di Prioteasa direttamente da calcio da fermo chiuso sotto il sette. In avvio di gara il vantaggio ospite era arrivato grazie ad un inserimento di Fagioli su cross di Bari nel pieno dell’area di rigore. Peccato perché lo stesso attaccante di mister Mauro Ferranti avrebbe potuto raddoppiare poco dopo, cambiando il corso della gara. Ennesima prestazione di spessore, portata avanti da una squadra viva, convinta dei propri mezzi e mai doma. Ormai cominciano a diventare davvero tanti i gol segnati sul finire dell’incontro, segnale evidente di una ottima condizione fisica e mentale. Contro la prima in classifica di turno non si poteva pretendere davvero molto di più, qualche volta è giusto dare meriti anche agli avversari, soprattutto se annoverano tra le proprie fila giocatori di valore assoluto. Intanto il Villalba si coccola i suoi bomber Prioteasa e Fagioli, il solito treno a centrocampo, Alessio Bari e gli ottimi under di Lega, Bartucca, Zanoletti (fresco di convocazione in rappresentativa) e Libertini. E domenica prossima arriva un’altra sfida importante e difficile all’Ocres Moca di Villalba: L’Unipomezia reduce dal cambio in panchina di un paio di settimane fa e da due risultati pesanti che hanno rilanciato le loro ambizioni. E’ formazione quadrata e spigolosa, con nomi di categoria. Ma questo non cambia l’obiettivo di fare punti tra le mura amiche, ne mancano troppi e per troppi episodi sfavorevoli che hanno tolto alla compagine tiburtina almeno 4-5 lunghezze in classifica. I numeri parlano di prestazioni eccellenti in trasferta e non altrettanto in casa. Quindi per migliorare il trend basta un piccolo sforzo in più, da parte dei giocatori, dei tecnici e dei tifosi sugli spalti. La Brigata aspetta rinforzi, quelli non arrivano dal mercato invernale, quelli sono sempre svincolati, basta credere in un sogno.

Danilo D Amico

Comments are closed.