Basket Monterotondo obbiettivo play off

0

Una crescita tecnica continua, questo i dirgenti, gli allenatori si erano posti come obiettivo ad inizio stagione: con pazienza e lavoro in palestra i risultati sarebbero arrivati, di questo ne erano più che convinti. Convinzione fondata su una consapevolezza, quella di possedere un gruppo giovane ma con grandi prospettive che, con qualche innesto avrebbe potuto giocarsela con tutti ed entrare nella lotta play-off.Più che un obiettivo per il basket Monterotondo i playoff sono un trampolino di lancio verso nuove soddisfazioni, come ci racconta il Presidente Pesciarelli: “ siamo soddisfatti dal lavoro svolto dai ragazzi in questi mesi;sotto la guida di mister De Cesaris sono migliorati di partita in partita; questo gruppo, continuando a lavorare, potrà togliersi parecchie soddisfazioni”.

Non c’è spavalderia o tracontanza nelle sue parole, solamente tanto desiderio di far bene, con l’obiettivo di avere un’altra occasione di poter alzare ulteriormente l’asticella nella crescita dei ragazzi:    “di certo non avevamo costruito la squadra per ambire al titolo ma approcceremo gli eventuali play-off con il nostro solito carattere, senza partire sconfitti; perchè se è vero che nel basket comunque alla lunga il divario tecnico e d’esperienza ha il suo peso, non dobbiamo dimenticare che la palla è pur sempre rotonda e che tutte le partite vanno giocate prima di poter dare il verdetto finale. La partecipazione ai play-off inoltre ci darà anche la possibilità di poter inserire altri ragazzi in un palcoscenico così importante”.

Libera dal rischio della retrocessione la società considera i play-off come un’occasione di poter far esordire in prima squadra ulteriori validi elementi che così bene stanno facendo nelle squadre giovanili: “oltre alla prima squadra anche i ragazzi delle giovanili ci stanno regalando soddisfazioni. I ragazzi dell’U18 guidati da Mister De Luca al momento sono secondi nel loro campionato, mentre abbiamo tra i nostri ragazzi più giovani anche atleti osservati dai maggiori club del panorama sportivo; alcuni di loro come Cernic, classe 2002, sono anche osservati dalla nazionale. Tutte testimonianze che ci spingono a continuare sulla nostra politica di sviluppo degli atleti a 360 gradi, dal minibasket guidato da Tavelli fino ad arrivare alla prima squadra”.Sviluppo a 360 gradi che vede la società alla continua ricerca di nuovi stimoli, di nuove esperienze che possano ampliare il bagaglio tecnico e d’esperienza di ogni ragazzo: “assieme i genitori stiamo provando ad organizzare la partecipazione dei ragazzi dell’Under 16 e Under18 al Torneo di Montecatini, manifestazione internazionale che ci darà l’opportunità di competere contro formazioni straniere e misurarci con realtà diverse dalla nostra”.

Una stagione che fin qui sta portando i frutti sperati dunque, ma che non ha nascosto difficoltà e insidie durante il percorso: “ mi sento di ringraziare tutti lo staff tecnico e dirigenziale per la passione e dedizione con cui sono venuti incontro agli ostacoli. Ostacoli  logistici e d’organizzazione a cui la società è riuscita sempre a far fronte, a cui ancora tutt’oggi cerca di porre rimedio”.Nella speranza che il prosieguo del campionato possa portare al Basket Monterotondo i successi che merita, facciamo al Presidente Pesciarelli e a tutti i ragazzi della società un forte in bocca al lupo.

Angelo

Comments are closed.